VENERDI 5 GIUGNO
Ex OPG Occupato - Je so' pazzo
via Imbriani 218 - Materdei

3 mesi di liberazione di Je so' Pazzo
Qui stiamo, da qui non ce ne andiamo!

dalle ore 18:00
presentazione in anteprima europea dell'esposizione
"Memorie di lotta e resistenza in Cile"
Brigada de Propaganda 40 Anos de Luchas y Resistencia

intervengono
Collettivo DecoKnow (spazi e pratiche di decolonizzazione dei saperi)
Amarilys Gutierrez Graffe (Console Generale della Repubblica Bolivariana del Venezuela a Napoli)
Indira Pineda (sociologa cubana)

dalle ore 20:30
cena sociale
&

Aldolà Chivalà in concerto

evento facebook

---
L'esposizione “Memorie di lotta e resistenza in Cile” racconta quarant'anni di lotte della società cilena attraverso un'esperienza di recupero militante e collettivo della memoria.

In occasione dell'anniversario del “golpe” che nel settembre 1973 defenestrò il governo democratico di Unidad Popular, su iniziativa dell'organizzazione sociale Londres38 – Espacio de Memorias e del collettivo Serigrafía Instantánea, più di sessanta collettivi cileni si sono riuniti a Santiago nel 2013 per ragionare, attraverso un laboratorio di serigrafie, sull'eredità neoliberista della dittatura pinochetista nel Cile attuale e per costruire un legame tra passato e presente in vista dell'azione e della trasformazione sociale. I collettivi coinvolti si sono posti interrogativi comuni a partire dalla molteplicità e dalla varietà delle proprie prospettive: Cos'è successo in Cile negli ultimi quarant'anni? Quali processi sociali si sono prodotti? In cos'è cambiata la società e il paese? Qual è il paese e il modello di società in cui ci piacerebbe vivere? Come si manifestano oggi le eredità del colpo di stato e della dittatura civico-militare?

Deco[K]now, rete di ricerca sulla decolonizzazione di saperi con base a Napoli, ha organizzato questa mostra, per evidenziare come, a partire da questo interessante laboratorio artistico militante, tra le crepe del sapere codificato prodotto dallo stato cileno, emergano delle storie dal basso che pongono in crisi la narrazione ufficiale, facendo della memoria un sito di contestazione e di lotta più che un oggetto del passato da ricordare.

Questa esposizione, per la prima volta in Europa all'ex Opg occupato di Napoli, condivide con il luogo che la ospita la memoria della repressione e della tortura di esperienze ribelli, ci invita inoltre ad ampliare queste riflessioni, provando ad analizzare l'eredità attuale del primo laboratorio di neoliberismo, quello della dittatura in Cile, dal punto di vista di quelle pratiche di lotta che oggi rivivono nelle mobilitazioni studentesche, nelle lotte dei minatori e nelle rivendicazioni ambientaliste.

---
Il progetto Aldolà Chivalà nasce nel 2009 dall’incontro tra il produttore artistico Mauro Romano e Aldo Laurenza. Dopo numerose sessioni di studio Mauro riveste di musica elettronica gli Slam improvvisati da Aldo: ne viene fuori un incontro tra parole recitate e sample con la forma classica della canzone. La parola slam, nel gergo americano, designa un impatto, una sberla; deriva dall'espressione “To slam a door”, letteralmente “Sbattere una porta”. Questo termine è stato associato ad un genere di poesia orale (sonora e vocale) per il suo potere di catturare lo spettatore e “schiaffeggiarlo” con le parole al fine di scuoterlo, di emozionarlo. Aldolà nelle sue liriche gioca con la sonorità naturale delle parole del dialetto napoletano, la lingua che prevale. I temi trattati spaziano dall’attualità all’esistenzialismo con punte di nonsense; la vena è ironica e provocatoria. Nelle performance dal vivo Aldolà Chivalà cerca costantemente il confronto con il pubblico: lo interroga, lo provoca, lo coinvolge rendendo ogni performance diversa dall’altra. Dall'inizio del 2012 si unisce al progetto Aldolà Chivalà anche Valerio Vittorioso come Vj. Attraverso il suo video mapping ironico e visionario le performance del duo diventano ancora più suggestive.
Citando Mark Smith, il 'creatore' dello slam, 'la poesia non è fatta per glorificare il poeta, essa esiste per celebrare la comunità. I valori fondamentali su cui si basa lo spirito dello slam sono la parola, il pensiero, il dialogo, la polemica e la critica ma al tempo stesso la tolleranza e l'apertura all'altro.

---
Deco[K]now è una rete di ricercatrici e ricercatori che ha lo scopo di attivare pratiche teoriche finalizzate alla decolonizzazione dei saperi; di avviare un percorso di liberazione della conoscenza attraverso inchieste legate al lavoro critico e alla lotta politica a partire da contesti concreti e locali; di smantellare i monumenti eretti dalla razza e dalla colonia, per immaginare spazi di soggettività comune (www.decoknow.net).

---
Londres38 - Espacio de memorias è un'organizzazione sociale che ha sede in un ex centro di tortura e sterminio della polizia segreta di Pinochet nel centro di Santiago del Cile. I collettivi che la compongono cercano di contribuire alla trasmissione della memoria e della storia di questo luogo, dei suoi protagonisti e delle relative esperienze di lotta e di resistenza. (www.londres38.cl)

Calendario

April 2019
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
5
6
7
12
13
14
19
20
21
26
27
28

Potere al Popolo!

Sito di"Potere al Popolo!"

#indietrononsitorna

Come si finanzia una struttura grande e piena di attività come l’Ex OPG?

Supporta l'ex opg

Abbiamo messo per iscritto le idee che stanno alla base del nostro progetto, e tutti i modi in cui si può dare una mano.

Come partecipare

Ecco la nostra dichiarazione di intenti, il nostro programma

Cosa crediamo, cosa vogliamo

Verità e Gustizia per Ibrahim Manneh. Vittima di razzismo e malasanità

Verità e giustizia per Ibra!

Seguici su facebook

Seguici su twitter

CookiesAccept

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand