28 marzo 2020

Mi ci è voluto un po' di tempo per prendere la decisione di chiamare una mia compagna dell'Ex OPG e dirle "Ehi, io sto bene di salute, ho un sacco di tempo, ho pure la patente, avete bisogno di una mano per la consegna pacchi?". 


Lei mi risponde super felice, mi chiede subito se son disponibile già dal giorno successivo e le rispondo di si, senza esitare. Anzi, mi chiede se ci sono tutti i venerdì e sabato e di nuovo le rispondo di sì. 

"Va be', è andata, sei ufficialmente menata dentro!".

Era un po' che mi mancava questa frase, ma era proprio quello che cercavo. Avevo visto le foto e i video pubblicati sulla pagina qualche giorno prima e mi ero entusiasmata tantissimo, vedevo che la macchina da guerra che conosco fin troppo bene si era subito messa in moto nella maniera più giusta quando quella del Covid si era rivelata una vera emergenza.

E allora sveglia presto, un caffè al volo e alle 10 siamo già operativi.

Mi sembrava di essere tornata al primo mese di occupazione, in cui alcune stanze erano piene del cibo che la gente del quartiere ci regalava per resistere alla minaccia di sgombero. Solo che stavolta la situazione si era capovolta ed eravamo noi a catalogare i generi alimentari e a portare un piccolissimo aiuto alle persone che ne avevano bisogno.

Poca esitazione e poche spiegazioni, tanto si impara facendo: carichiamo le due macchine, ci infiliamo tute, guanti e mascherina e partiamo divisi in due squadre. Oggi ci toccano le zone limitrofe all'Ex OPG e son felice perché ormai quel quartiere lo conosciamo bene visto che da 5 anni è casa nostra.

La panda stracolma di pacchi viaggia dal Corso al Cavone, per vico Nocelle, in strade e vicoletti mai visti ed esplorati; e poi occhi che ti scrutano curiosi quando scendi dalla macchina vestito da ghostbusters e che si illuminano quando dici: "Salve, siamo i ragazzi dell'Ex OPG, siamo qui per la consegna pacchi...". E mentre sali dalla signora al secondo piano o scendi le rampe sconosciute di uno dei mille vicoletti stretti di Napoli, fai collezione di tante storie, spesso purtroppo disperate, di gente che veramente non sa come tirare a campare, perché se già prima se la cavava a malapena, immaginate ora. 

Dico a tutti che anche loro possono fare richiesta, che possiamo aiutare molte e molti. Forse esagero? Ma no! Perchè è vero, finché sarà nelle nostre possibilità, finché la gente continuerà a donare, finché ci sarà chi si spacca in due, chi ripara il furgone, chi pulisce e sanifica le zone adibite allo smistamento, finché ci sarà qualcuno che si fa "menare dentro", questa macchina continuerà a faticare a tutta forza. Non può essere altrimenti.

Bisogna resistere in tutti i modi possibili e restare uniti, anche a un metro di distanza.

Se hai bisogno di un aiuto oppure se ti va di darci una mano, chiamaci! Queste sono le quattro attività pratiche abbiamo messo in campo per affrontare questa emergenza: bit.ly/2Wyl4mj

Durante l'emergenza attiviamo la solidarietà!

#diamociunamano! #resistiamoinsieme!

Se vuoi sostenere queste nostre attività puoi donare cliccando qui sotto

Per raccontare l'esistente e immaginare il futuro

IL BLOG DEI PAZZI

Calendario

July 2021
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

ASSISTENZA TELEFONICA LAVORATORI E LAVORATRICI

Teleofono rosso

VOCI E TESTIMONIANZE DAL CARCERE

#iorestodentro

Potere al Popolo!

Sito di"Potere al Popolo!"

#indietrononsitorna

Come si finanzia una struttura grande e piena di attività come l’Ex OPG?

Supporta l'ex opg

Abbiamo messo per iscritto le idee che stanno alla base del nostro progetto, e tutti i modi in cui si può dare una mano.

Come partecipare

Ecco la nostra dichiarazione di intenti, il nostro programma

Cosa crediamo, cosa vogliamo

CookiesAccept

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand