Non ve lo nascondiamo: siamo preoccupati.
Come non esserlo davanti alla crisi economica che incide nelle nostre vite, all’assenza di un lavoro o di una pensione, al pensiero di ammalarci e non poterci curare, all’idea di dover passare la vita aspettando di prendere un bus o pagare un mutuo, senza poter avere quello che ci spetta, quello che un paese così ricco ci potrebbe dare? Come non esserlo davanti alla barbarie che avanza, agli spari contro chi ha la pelle nera, al vicino che diventa un nemico, alla parte peggiore del paese che si toglie la maschera, forte del numero? Come non esserlo quando sai che non è finita, che il ricatto economico e la creazione del nemico può andare avanti a lungo, che la guerra fra poveri può continuare, che nel nostro paese abbiamo davanti solo due risposte, entrambe pessime per noi?

Si salverà Napoli? Si salverà se uomini e donne sapranno abbandonarsi all'entusiasmo dell'impossibile, a progettare e vivere una propria utopia.
(Ermanno Rea)


Solidarietà e controllo popolare: trasformiamo Napoli dal basso!

Trasformare Napoli, partire dalle tante battaglie concrete in corso e non arrendersi, non cedere ai ricatti, alla guerra tra poveri, alla paura, è questo l’obiettivo, la speranza, che le oltre 250 persone presenti all’assemblea all’Ex Opg Je So Pazzo hanno proclamato a gran forza discutendo di come agire per migliorare, da subito, le condizioni di vita delle classi popolari in città.

Perché il Decreto Dignità in materia di lavoro è un'operazione di propaganda e perché questa propaganda è comunque meglio di quanto fatto da qualunque governo degli ultimi 30 anni (ovvero: stiamo messi male)

Una premessa necessaria

In queste pagine proviamo a dire che cosa, secondo noi, non va nelle intenzioni e nelle prime dichiarazioni e atti del nuovo Governo Lega-M5s, e che cosa tocca fare a noi.

Indicazioni pratiche e riflessioni aperte per provare a non perdersi i diritti per strada...

È il 22 maggio 1978 quando in Gazzetta Ufficiale compare la Legge 194. Si sancisce, non senza polemiche e malumori, la legalizzazione dell'aborto in Italia, fondamentale passo in avanti per tutte le donne del nostro paese. È una vittoria.

Un piccolo aggiornamento dal manicomio, per condividere le vittorie e capire insieme come continuare 

Spesso fra noi, scherzando, ci diciamo che l’Ex OPG non è un ex manicomio, ma un manicomio ancora in funzione…

Le mani sulla città. Napoli galleggia su acque sempre più agitate: un'ondata di dimensioni gigantesche – 150 mln circa di debiti da pagare, senza esserne responsabili - rischia di travolgerne il già fragile equilibrio economico e di portarla al fallimento e al commissariamento, dopo la fase di pre-dissesto. Oggi siamo chiamati a difenderci, a difendere Napoli da chi la vorrebbe in ginocchio: per questo ricostruiamo in sintesi il processo che ha portato a questo punto.

Calendario

December 2018
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
1
2
8
9
14
15
16
21
22
23
28
29
30

Potere al Popolo!

Sito di"Potere al Popolo!"

#indietrononsitorna

Come si finanzia una struttura grande e piena di attività come l’Ex OPG?

Supporta l'ex opg

Abbiamo messo per iscritto le idee che stanno alla base del nostro progetto, e tutti i modi in cui si può dare una mano.

Come partecipare

Ecco la nostra dichiarazione di intenti, il nostro programma

Cosa crediamo, cosa vogliamo

Verità e Gustizia per Ibrahim Manneh. Vittima di razzismo e malasanità

Verità e giustizia per Ibra!

Seguici su facebook

Seguici su twitter

CookiesAccept

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand