Perdete due minuti per conoscere questa storia, una bella notizia in questo mare di rassegnazione in cui vogliono farci precipitare.

Nella foto che vedete ci sono i rappresentanti dell'Ordine dei Redentoristi, proprietari della Chiesa e del Convento di Sant'Antonio e Sant'Alfonso a Tarsia intenti ad ascoltare Antonio e Teresa, attivisti della Rete di Solidarietà Popolare. Questo bel dialogo si svolge al Comune, con la presenza degli assessori Marmorale e Bonanno.

A che serve quest'incontro?
Beh, come molti sanno, 15 mesi fa la Chiesa e il Convento di Tarsia sono stati riaperti dopo anni di abbandono e nei locali di proprietà dei Redentoristi è iniziato un incredibile percorso di accoglienza dal basso per senza fissa dimora, più di 50 persone hanno trovato un tetto per ripararsi, il cibo per nutrirsi, volontari che si sono messi a disposizione per supportarli con le pratiche per il riconoscimento della residenza, per la richiesta di sussidi sociali, per la ricerca di lavoro.

All'inizio i padri non sembravano disposti all'ascolto, giudicavano gli ospiti come 4 abusivi, persone che non erano in stato di bisogno, e senza provare a incontrarci, semplicemente decisero di denunciarci. Dovevano vendere a un privato, dovevano fare cassa, sembrava non gli interessasse altro.
Poi qualcosa è cambiato. La tenacia e la determinazione della lotta dei senzatetto ha fatto sì che il privato desistesse all'acquisto e che i padri accettassero finalmente di incontrarci.

Per un momento il mondo si è rovesciato. I senzatetto, normalmente considerati inferiori a tutti, erano diventati protagonisti, hanno rilasciato interviste, organizzato presidi, discusso in assemblea dei prossimi passi, di come continuare la lotta per vedersi riconosciuti i più elementari diritti umani.
Per non farsi mancare niente, grazie alla collaborazione con Art for Cuozzis abbiamo organizzato anche numerose visite guidate, per portare i turisti e gli abitanti di Montesanto a visitare una Chiesa monumentale bellissima come quella di Tarsia e a solidarizzare con la lotta per i senza fissa dimora.

I padri Redentoristi hanno riconosciuto l'enorme valore sociale del lavoro svolto e persino la funzione di tutela e riqualificazione che ha avuto la nostra presenza lì dentro, che ha impedito ulteriori furti e saccheggi.

Grazie al supporto degli assessorati comunali abbiamo fatto convocare questo tavolo in cui finalmente l'istituzione locale, i proprietari dell'immobili e gli attivisti hanno iniziato a confrontarsi per trovare soluzioni abitative stabili per chi oggi vive in Chiesa, ma non solo!
Il nostro intento, ribadito a questo tavolo, è che un posto meraviglioso come il Convento e la Chiesa di Tarsia mantenga la funzione pubblica che ha riacquisto grazie all'occupazione. Vogliamo che quegli spazi restino a disposizione degli abitanti del quartiere, che mantengano la loro rinnovata vocazione sociale.

Ovviamente questa storia non finisce qui, ma l'apertura di questo tavolo è per noi un grande risultato, soprattutto in questi tempi in cui Salvini, ministro dell'Interno, continua a fare il bullo solo coi più poveri. E' notizia di oggi infatti lo sgombero, avvenuto a Roma, di decine di famiglie con minori senza concordare nessuna prospettiva abitativa, in piena notte con decine di blindati e centinaia di celerini.

Ma i bisogni sociali non si cancellano e presto le contraddizioni di questo governo verranno fuori con chiarezza. Continuiamo a resistere e prepariamoci a contrattaccare.

Calendario

October 2020
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Potere al Popolo!

Sito di"Potere al Popolo!"

#indietrononsitorna

Come si finanzia una struttura grande e piena di attività come l’Ex OPG?

Supporta l'ex opg

Abbiamo messo per iscritto le idee che stanno alla base del nostro progetto, e tutti i modi in cui si può dare una mano.

Come partecipare

Ecco la nostra dichiarazione di intenti, il nostro programma

Cosa crediamo, cosa vogliamo

Verità e Gustizia per Ibrahim Manneh. Vittima di razzismo e malasanità

Verità e giustizia per Ibra!

Seguici su facebook

Seguici su twitter

CookiesAccept

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand