Chi è lui per me?

Mio figlio, detenuto nell’unico padiglione dove è permesso lavorare. Lì hanno maggiori spazi aperti e facoltà di muoversi, possono scegliere di stare anche soli in cella e quindi hanno più libertà di molti altri.

Nella prima settimana di maggio, a quasi due mesi dall'inizio delle misure restrittive dovute al Coronavirus, raggiungiamo al telefono la signora P. che ci racconta cosa significa vivere questo tempo in carcere per suo marito, padre di due figlie adolescenti, e per la loro famiglia fuori.

Il COVID-19 e l'applicazione dei decreti restrittivi dell'attività personale hanno comportato un'ulteriore limitazione della libertà per i detenuti degli istituti penitenziari italiani.

Chi è lui per me?

Lui è il mio compagno, il padre di mia figlia. In casa ne siamo in 7: io, lui, nostra figlia di 9 anni, mia madre, mio fratello con la moglie e un bambino.

La signora A. ci racconta la vita di suo marito e di suo figlio in carcere durante l’emergenza sanitaria…

La signora R. ci racconta la vita di suo marito in carcere durante l’emergenza sanitaria…

Per raccontare l'esistente e immaginare il futuro

IL BLOG DEI PAZZI

Calendario

July 2020
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

ASSISTENZA TELEFONICA LAVORATORI E LAVORATRICI

Teleofono rosso

VOCI E TESTIMONIANZE DAL CARCERE

#iorestodentro

Potere al Popolo!

Sito di"Potere al Popolo!"

#indietrononsitorna

Come si finanzia una struttura grande e piena di attività come l’Ex OPG?

Supporta l'ex opg

Abbiamo messo per iscritto le idee che stanno alla base del nostro progetto, e tutti i modi in cui si può dare una mano.

Come partecipare

CookiesAccept

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand