evento facebook


Ricordiamo a tutti che la parte serale del festival con cena, concerti e teatro inizia alle ore 20:00. All'ingresso sarà richiesta una piccola sottoscrizione per coprire i costi vivi dell'organizzazione del Festival.

VENERDÌ 9 SETTEMBRE

Ore 20:00 - Cena Sociale

Ore 21:00

Vi raccontiamo Napoli attraverso il cinema

Proiezioni e frammenti di film sulla Napoli dagli anni ’80 ai giorni nostri, a cura di “Imaginaria - sentieri e visioni su Napoli”

Ore 22:00 - Concerto

Peppe Servillo & Solis String Quartet


SABATO 10 SETTEMBRE

Ore 20:00 - Cena Sociale

Il ricavato andrà a sostenere le spese legali dei NO TAV per i processi in atto.

Ore 21:00

Spettacolo teatrale: “L’ABC della guerra”, di Bertolt Brecht

Uno spettacolo del Teatro Popolare dell'Ex OPG "Je so' Pazzo" di reading, musica e videomapping per non dimenticare la nostra storia, e cosa hanno rappresentato la guerra e il fascismo che ancora oggi, in diverse forme, attraversano la nostra quotidianità.

Ore 22:00 - Concerto

Pietra Montecorvino
Slivovitz


DOMENICA 11 SETTEBRE

Ore 9:30 - Colazione sociale

Ore 13:30 - Pranzo sociale e saluti


---
Peppe Servillo & Solis String Quartet

Peppe Servillo: voce | Vincenzo Di Donna: violino | Luigi De Maio: violino | Gerardo Morrone: viola | Antonio Di Francia: cello e chitarra

A distanza di tre anni dall'uscita di “Spassiunatamente” che aveva visto per la prima volta Peppe Servillo ed i Solis String Quartet affrontare con dovuto rispetto capolavori della canzone classica napoletana, ecco  “Presentimento” che può essere considerato a tutti gli effetti la naturale prosecuzione di un progetto che non smette di spaziare all'interno di un immenso panorama musicale senza cercare di circoscriverlo ad un periodo o ad un autore.

Da Gil a Viviani, da E.A. Mario a Cioffi/Pisano, da Scalinatella a Mmiez'o grano a M'aggia curà, la lista di autori e canzoni si inseguono e si incastrano con rigore  regalando uno spettacolo a 360° che tocca musica, teatro e… cuore!

Quella del presentire è spesso la condizione degli artisti, dei narratori, come dei poeti autori di queste canzoni che nei loro versi presentono e annunciano segreti, presenze, tradimenti, ciò che di nuovo potrebbe accadere o si vorrebbe accadesse, e lo fanno con parole che sembrano mai udite come fossero i veggenti, gli indovini della nostra vita sentimentale. La musica aggiunge senso e la parola precisa col riso e col pianto, le orchestrazioni inscenano un improvviso teatrale come se la vicenda nascesse ora col canto e annunciasse il paradiso tra sonno e veglia. Insistiamo nel ricongiungere tessere alla nostra stanza napoletana che a volte gode di una vista bellissima. Peppe Servillo  

arealive.it

---
Pietra Montecorvino

Pietra Montecorvino: voce | Chicco Accetta: chitarra elettrica | Daniele Brenca: Basso | Paolo Forlini: batteria | Mohammed EzzaimeElAlaoui: oud e coro  


Esordisce come protagonista accanto a Renzo Arbore e Roberto Begnini nel film “F.F.S.S”, nel quale interpreta la famosissima canzone "SUD", inno dello spirito e del carattere meridionale. (1983)

Nel 1985 è ancora protagonista nel film "LA CIORTA DI FELICIELLO"  del regista Mario Franco.

Nel 1986 al fianco di Angelo Branduardi partecipa al Tour International del disco Pane e Rose nel quale interpreta tre brani. Rappresenta lo spettacolo musicale ACQUA ACQUA FOCO FOCO” di Eugenio Bennato che viene rappresentato al Carnevale di Venezia e compie una tournée internazionale in Francia e in Argentina.

Nel 1991 esce il suo primo album "SEGNORITA" scritto per lei dai fratelli Edoardo ed Eugenio Bennato; la qualità del disco "pensato" apposta per lei, segnala Pietra agli organizzatori del Premio Tenco che l’invitano, alla fine dell'agosto 1991, alla "Rassegna della canzone d'autrice" al Teatro Romano di Verona. In questa occasione, le sue straordinarie doti di interprete conquistano il pubblico e i critici presenti, che la collocano tra le trionfatrici della manifestazione accanto a Mercedes Sosa e Ute Lemper.

Pietra viene invitata alla serata finale del Premio Tenco 1991, come "miglior interprete dell'anno". E sul palcoscenico, cantando alcuni brani dell'album "Segnorita", ancora una volta domina la platea con la sua forza istintiva e magnetica.

Nel 1992 partecipa al FESTIVAL DI SANREMO, in coppia con Peppino di Capri, cantando "FAVOLA BLUES".

Nel 1993 viene pubblicato il suo secondo album "VOCE DI PIETRA" di autori vari; ED. RTM.

Nel 1995 è al fianco di PEPPE BARRA come protagonista nell'opera teatrale "LA CANTATA DEI PASTORI" regia di Peppe Barra.

Nel 1996 la ritroviamo nell'originale spettacolo "MALAMUSIK" regia di Eugenio Bennato, con cui Pietra approda alla contemporanea musica napoletana dei vicoli, la Malamusik dei nostri giorni.

Nel 1998 la ritroviamo impegnata nel progetto, sempre di Eugenio Bennato,”MALANAPOLI”, in cui conivonobrani di repertorio classico napoletano, quali “Oi vita mia”, “o’ sole mio” e “Malafemmena”e brani popolari di interpreti contemporanei a partire degli anni ’80, incluso Nino D’Angelo, Pino Daniele e gli Almamegretta registra in coppia con Roberto Murolo la canzone “Resta cu mme” di Domenico Modugno.

Nel 1999 monta il suo primo spettacolo interamente ideato e diretto da lei "Neapolitan Tango": un recital vero, sanguigno e al tempo stesso poetico, che traccia l'asse Napoli-Buenos Aires ripercorrendo la migliore espressione musicale del Novecento attraverso suoni ed umori capaci di azzerare distanze oceaniche

Nel 2002 realizza “Napoli Mediterranea”, da un’idea di Eugenio Bennato, disco pubblicato in Francia, in Spagna, in Inghilterra, in Germania  che segna l’affermazione dell’artista con tournées in tutta Europa

Nel 2008 protagonista nel musical “Festa di Piedigrotta” di Raffaele Viviani, regia di Nello Mascia ed elaborazioni musicali di Eugenio Bennato ed è ospite a San Remo dello stesso Bennato nel brano Grande Sud.  

Nel 2009 “ITALIANA” è un volo musicale che sfiora i cantautori celebri del recente passato, da Tenco a Battisti a Modugno, e ancora Buscaglione, Sergio Endrigo, Bruno Martino, Adamo, Balsamo, Paoli. La raccolta comprende un brano inedito e autobiografico di Pietra scritto in collaborazione con Eugenio Bennato, che è anche il responsabile della direzione musicale del progetto.

2010 Tra le protagoniste del film “Passione” di John Turturro uscito in tutte le sale cinematografiche d’Italia. Nell' ambito di questo fim Pietra canta tre canzoni “Nun te scurda “con Raiz, “Dove sta Zazà” e “Come facette mammeta”

Il 5 giugno 2014, esce il nuovo disco Esagerata. Il cd è composto da brani inediti scritti da Eugenio Bennato e Enzo Gragnaniello. Nel disco Pietra Montecorvino duetta con Raiz, in una nuova versione di Sud primo suo successo del 1983, facente parte della colonna sonora del film "FF.SS." di Renzo Arbore.

Nel 2015, esce un nuovo cd "Pietra a metà". L'album è interamente composto da noti brani di Pino Daniele ed è dedicato al cantautore recentemente scomparso, come si può intuire anche dal titolo del cd.

pietramontecorvino.com
facebook.com/pietramontecorvino

---
Slivovitz

Derek Di Perri: armonica a bocca | Marcello Giannini: chitarre | Vincenzo Lamagna: basso | Salvatore Rainone: batteria | Ciro Riccardi: tromba | Pietro Santangelo: sassofoni | Riccardo Villari: violini

Slivovitz is a musical collective born in September 2001 and ever since it haven’t stopped moving, growing, changing shape and direction always in the groove of instrumental music related to ethnically tuned jazz rock. Neurotic, restless and of course striving to shifting during these years, starting from Naples, they have been playing throughout Italy and also reached Hungary (Budapest Sziget Festival, Debrecem, Veszprem, Ocs...), Spain (Barcellona) , Serbia (Nisville Jazz Festival, Belgrade) Croatia (Zagreb) and Austria (Mumyuha Festival Hochneukirchen). They have published three records : Slivovitz (Ethnoworld 2005), Hubris (recorded in 2007 and released by Moonjune in 2009) and Bani Ahead (Moonjune 2011).

The line up evolved during the years around the hard-core formed by Derek di Perri (harmonica) Marcello Giannini (guitars) Pietro Santangelo (saxophones) and Riccardo Villari (violin). With Domenico Angarano (bass) and Stefano Costanzo (drums) they produced and recorded their first and second releases : the homonymous “Slivovitz” (Ethnoworld 2005) and “Hubris” (Moonjune 2009) which also features Ludovica Manzo on vocals.
Their last work, “Bani Ahead” (Moonjune 2011), which features Salvatore Rainone on drums and Ciro Riccardi on trumpet, sounds stylistically more homogeneous than the previous: eight tracks, recorded in the open countryside at Zork Studio (Buccino, Salerno) by Daniele Chiariello and mixed in Sorrento by Peppe de Angelis with vintage equipment, that sounds distinctly rock but never losing that classic ethnic flavour.

facebook.com/SlivovitzMusic
slivovitz.it

---
L'ABC della Guerra (di Bertolt Brecht)
Definire "l’ABC della guerra" uno spettacolo teatrale è riduttivo. La sperimentazione, il confronto tra le varie discipline sceniche e la voglia di mettersi gioco sono alla base di questo progetto. Musica elettronica, teatro, danza e video-mapping hanno dato vita alle parole di Brecht per la prima volta nel maggio del 2015.
Da questa messa in scena è nato il Teatro Popolare dell’Ex OPG "Je so' pazzo". Per questo motivo, e per tanti altri, ci teniamo a riproporlo all’interno del primo festival dell'Ex OPG. Personaggi storici ed eventi della seconda guerra mondiale vengono raccontati attraverso filastrocche per bambini, che trasportano lo spettatore in un mondo onirico fatto di mostri proiettati sulle pareti, danze, musiche e parole.

Il Teatro Popolare (su facebook)
Il Teatro Popolare nasce all’interno dell’Ex Opg "Je s'o pazzo" nel marzo 2015 con l'obbiettivo e il comune desiderio di restituire il teatro alla collettività. Siamo aspiranti attori e registi, ballerini o anche semplici appassionati mai saliti su un palco.
Dall’organizzazione di laboratori per piccoli e adulti, all’ospitalità di compagnie appena nate o già ampiamente rodate.
Dall’ “L’Abc della guerra” di Bertold Brecht, che ha unito teatro, musica elettronica, danza e videomapping al ciclo di reading teatrali “Aperinstabilmente” e alla prima Jamm di scrittori e attori emergenti “PiJAMmece a’ parola”.
Dall’esperienza del “De bello civili” (un progetto di Adriana Follieri) insieme ai ragazzi e alle ragazze di “Manovalanza” alla collaborazione con il collettivo teatrale “NFMRPN” di Firenze che ha dato vita a “Sonata n°9", primo spettacolo itinerante all’Ex Opg.
Dalla ricostruzione del teatro ad oggi, assemblea dopo assemblea, spettacolo dopo spettacolo, il Teatro Popolare si impegna a rendere nuovamente il teatro uno strumento politico e sociale e non più solo sterile intrattenimento legato alle logiche del profitto.

UN ECOGRAFO PER TUTTE E TUTTI!

CROWDFUNDING AMBULATORIO POPOLARE

Calendario

February 2020
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29

Potere al Popolo!

Sito di"Potere al Popolo!"

#indietrononsitorna

Come si finanzia una struttura grande e piena di attività come l’Ex OPG?

Supporta l'ex opg

Abbiamo messo per iscritto le idee che stanno alla base del nostro progetto, e tutti i modi in cui si può dare una mano.

Come partecipare

Ecco la nostra dichiarazione di intenti, il nostro programma

Cosa crediamo, cosa vogliamo

Verità e Gustizia per Ibrahim Manneh. Vittima di razzismo e malasanità

Verità e giustizia per Ibra!

Seguici su facebook

Seguici su twitter

Cassetta degli attrezzi

Conosci i tuoi diritti!

Accoglienza e diritto d'asilo

Opuscolo su contraccezione e interruzione volontaria di gravidanza

Contraccezione e IVG

Obiettivo prevenzione garantita, giusta e gratuita

Prevenzione

Manuale di autodifesa: 50 sfumature di lavoro nero... e come combatterle

Lavoro nero

CookiesAccept

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand